La Défense, regno dell’architettura

Se possiamo chiederci cosa c’entra l’arte a La Défense, per l’architettura non vi sono dubbi!

Dal primo edificio costruito all’ultimo grattacielo ancora da terminare, è un susseguirsi di prodezze architetturali e una sfida continua fra architetti.

Francesi o di altri paesi, singoli o associati, famosi oppure sconosciuti, tutti hanno lasciato nelle loro opere e nel quartiere stesso un’impronta che riflette non soltanto il loro estro ma anche i requisiti che “les tours”, ossia le torri, i grattacieli, dovevano rispettare al momento della costruzione.

Infatti, come vedremo in altri articoli, dagli anni ’50 ad oggi si sono susseguite cinque generazioni di torri, ognuna caratterizzata nella costruzione degli edifici da obiettivi e da vincoli diversi.

Ma non è soltanto per i grattacieli che merita di essere raccontata l’architettura de La Défense ma per i due punti chiave che ne hanno ispirato la progettazione e la costruzione:

  • l’Axe historique (l’asse storico): è la via rettilinea nata per collegare il Louvre, residenza dei Re di Francia, alla foresta di Saint-Germain-en-Laye dove andavano a caccia. Oggi è la linea che dal Louvre va a La Défense, passando per i Champs-Elysées e l’Arc de Triomphe (Arco di Trionfo). Non a caso La Défense si trova nella sua posizione attuale. La sua storia meriterà di essere raccontata così come gli aneddoti che ne hanno costellato la realizzazione
Una parte de l'Axe historique visto da La Défense
Una parte de l’Axe historique visto da La Défense. In primo piano, un dettaglio dei segnali luminosi dell’opera Le Bassin Takis.
  • la dalle (letteralmente “la lastra”): si riferisce al sistema di pavimentazione sopraelevata che sta alla base dell’intero quartiere degli affari e che separa le costruzioni di superficie (uffici, abitazioni, negozi, …) dai servizi sottostanti (trasporti pubblici, autostrade, parcheggi, infrastrutture, …). Anche se oggetto di qualche critica (ma quale realizzazione non lo è?) questa scelta è a nostro parere il colpo di genio iniziale che ha reso pedonale il quartiere degli affari, facendolo diventare una delle più affascinanti mete turistiche moderne.

E pensare che l’idea, ripresa dall’architetto francese Le Corbusier, è stata di Leonardo da Vinci!! Ma questa è una lunga storia …

L’architettura sarà quindi un altro tema che ci permetterà di raccontarvi La Défense. Seguiteci!

 

© 2016 - Tutti i diritti riservati - Serge Margarita

2 thoughts on “La Défense, regno dell’architettura”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *