Atila - Le sculpteur de nuages (1972)

La Défense: quartiere degli affari o dell’arte?

Arte? Avete detto arte? La Défense è il quartiere degli affari di Parigi! Cosa c’entra l’arte?

Della storia de La Défense vi racconteremo in successivi articoli, ma possiamo considerare il 1958 come il suo anno di nascita con la creazione, ad opera dello Stato francese e degli enti locali coinvolti, dell’EPAD – Établissement public pour l’aménagement de la région de la Défense. La missione di questo “Ente pubblico per la sistemazione della zona de La Défense” è la realizzazione e promozione di un quartiere degli affari per Parigi, ad ovest della capitale.

Da allora inizia una trasformazione del quartiere nella quale certo non c’è posto per l’arte ma soltanto per la costruzione di grattacieli. E’ soltanto dall’inizio degli anni ’70 che si decide di promuovere il quartiere e di aumentarne l’attrattiva coinvolgendo l’arte contemporanea.

Arte promossa inizialmente da commesse e acquisizioni pubbliche,  integrate successivamente da interventi privati. Commesse che avranno un respiro internazionale e coinvolgeranno numerosi artisti contemporanei francesi e internazionali.

La scultura L’oiseau mécanique (L’uccello meccanico) dell’artista greco Philolaos Tloupas (detto Philolaos), installata nel 1972, inaugurerà la serie delle opere d’arte che negli anni successivi verranno commissionate e dislocate qua e là tra i grattacieli.

Philolaos - L'oiseau mécanique (1972)
Philolaos – L’oiseau mécanique (1972)

La serie è ormai numerosa anche se il numero esatto delle opere installate rimane un mistero: è vero che può cambiare nel tempo per via di nuove installazioni e rimozioni ma anche ad una stessa data le fonti non sono d’accordo, comprese quelle ufficiali. Diciamo per non sbagliare da 60 a 70, alcune monumentali e alcune molto piccole, alcune in bella vista e alcune difficili da trovare, alcune di artisti famosi e altre di autori meno noti. Ma tutte molto interessanti e soprattutto, dislocate come sono in mezzo ai grattacieli, stupende mete di passeggiate in questa enorme zona pedonale che è il quartiere de La Défense. Non si tratta certo del Museo del Louvre, ma vederle tutte richiede un impegno non indifferente.

Arte contemporanea? Qualcuno storcerà il naso ma ricordiamoci che stiamo parlando di opere realizzate a partire degli anni ’70. Molte delle quali sono diventate quasi classiche. Piaceranno quindi (quasi) tutte anche ai più refrattari.

Un vero museo all’aperto che vi racconteremo e nel quale vi proporremo delle passeggiate. Passeggiate fra le opere d’arte ma anche fra le prodezze architettoniche rappresentate da alcuni grattacieli. Non solo, ma anche passeggiate nell’animazione e nella vita di tutti i giorni del quartiere.

Perché La Défense – come recita la frase di presentazione del nostro sito – non è solo il quartiere dell’arte e dell’architettura ma anche degli affari di Parigi.

Seguiteci su questo sito per scoprire insieme La Défense.

Nella fotografia di copertina di questo articolo, Le sculpteur de nuages (Lo scultore di nuvole) dell’artista Atila Biro (detto Atila).

© 2016 - Tutti i diritti riservati - Serge Margarita

5 thoughts on “La Défense: quartiere degli affari o dell’arte?”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *